Home Centro Studi Il business dei “migranti”

Il business dei “migranti”

53
0

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Oggi, 9 Maggio 2017, interessante puntata di UNO.MATTINA, con tema “MIGRANTI e TRAFFICANTI”
Viene intervistato un pescatore siciliano, il signor MICALIZZI, proprietario di un grosso peschereccio, che con forza e determinazione ci ha confermato:
1) che dietro ai “volontari” dell’accoglienza, che vanno a prendere i barconi dei migranti, c’è la mano della mafia, interessata agli enormi introiti … dell’accoglienza
2)che se col suo peschereccio soccorre i migranti, subisce severi controlli, mentre le ONG non subiscono nessun controllo, e che per la mafia è facile organizzare una ONG (secondo la parlamentare del PD presente al dibattito, non è invece cosi semplice organizzare una ONG, quando invece sappiamo bene che la mafia non è certo un’organizzazione di sprovveduti).
Il signor Micalizzi aggiunge anche, che non è vero che i Migranti paghino agli scafisti 1000 o 2000 dollari, perché sono dei poveracci, che non hanno nulla, ma sono ben … organizzati in Libia da chi ha interesse economico a farli venire nel bel paese. I migranti non pagano nulla.
I barconi hanno tutti gli stessi motori ed anche questa non è una cosa casuale o improvvisata.
La giornalista ospite ha sottolineato che i migranti vengono in Italia, perche è il Governo Italiano che lo vuole ed ha aggiunto che i migranti andrebbero anche a Nizza o in Francia, ma è il governo italiano che li vuole trattenere in Italia.
Il signor Micalizzi si è, ovviamente, detto disponibile a girare tutte le informazioni in suo possesso alla Magistratura.
Una cosa è certa, il signor Micalizzi, ci ha fornito tristi conferme e possiamo solo sperare che questo non rimanga un capitolo, l’ennesimo, della veramente triste storia stato/mafia, ma (almeno) l’inizio dell’epilogo. Attendiamo fiduciosi.
E per finire, dulcis in fundo, questa mattina ha attraccata a Salerno una nave Norvegese con 900 Migranti. Perché oltre all’aberrazione di continuare a chiamare migranti o richiedenti asilo l’intera Africa in navigazione nel Mediterraneo, lasciamo che non solo le ONG mafiose ci privilegino di questi nuovi ospiti, ma anche alle navi straniere forniamo l’opportunità di portarci questi (a noi) sgraditi passeggeri, visto che ogni nave è territorio della bandiera che issa e dovrebbe farsi carico dei “naufraghi” raccolti.
Per l’ennesima volta assistiamo ad un fenomeno di finto buonismo, fra l’altro malcelato, che nasconde una montagna di denaro. Ma in Italia il rischio vale sempre la candela, visto che ormai siamo all’impunità.

La comare